Toggle navigation
law-b.png

Consulenza legale

La consulenza legale per la tua azienda targata A&P Consulting.

Parlando di consulenza legale chiunque non sia del settore proverà sempre un po’ di timore ad approcciarsi alle varie leggi e normative. Il quadro giuridico è molto complesso e non è facile orientarsi fra le numerose problematiche legali che possono presentarsi. Per questo, sia all’interno di un contenzioso che nella sua fase stragiudiziale, è sempre consigliabile affidarsi a un avvocato competente per la materia specifica e avvalersi della sua consulenza.

A&P Consulting offre un servizio di consulenza legale completo per permetterti di agire sempre in conformità con le indicazioni legislative vigenti, permettendoti di risparmiare tempo ed evitare sanzioni.

Diritto del lavoro

Quando parliamo di diritto del lavoro ci riferiamo a quella parte del diritto che si occupa dei rapporti tra datore di lavoro e dipendenti, oltre al diritto sindacale (dei rapporti tra le organizzazioni dei datori di lavoro e quelle dei lavoratori) e al diritto previdenziale (dei rapporti con enti come Inps, Inail Ispettorato del lavoro).

Tra gli strumenti fondamentali che regolano questo settore c’è sicuramente il Contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) che è il punto di partenza sul quale sono costruiti tutti i rapporti di lavoro. 

Sulla base del CCNL infatti il datore di lavoro può definire il contratto del singolo collaboratore, come se fosse poi la carta d’identità del rapporto di lavoro.

Come è facile intuire la disciplina è estremamente vasta e orientarsi al suo interno senza l’appoggio di un consulente preparato può rivelarsi insidioso. Con il servizio di consulenza legale di diritto del lavoro di A&P Consulting preoccupazioni di questo tipo saranno solo un ricordo.

Diritto del lavoro

Il servizio di consulenza legale di A&P Consulting può trovare sviluppo sia all’interno di un contenzioso che nella sua fase stragiudiziale.

  • Procedimenti disciplinari 

La maggior parte dei contenziosi inizia con le criticità della contestazione, per questo motivo il cliente è accompagnato dalla stesura della stessa contestazione disciplinare sino alla decisione del provvedimento da adottare. 

  • Infortuni/malattie professionali 

Gli infortuni e le malattie professionali possono celare situazioni di difficile gestione e conseguentemente, se non valutate in anticipo, anche esborsi economici per risarcimenti del danno.
Il cliente, a seguito della comunicazione di infortunio e/o malattia professionale, viene reso edotto dei possibili rischi connessi. 

  • Accordi aziendali e individuali 

È possibile disciplinare alcuni aspetti del rapporto di lavoro mediante compensi forfettizzati o attraverso l’elargizione di premi. Gli accordi aziendali, da redigere con l’ausilio delle rappresentanze sindacali, sono strumenti di risparmio per l’imprenditore. 

Parallelamente anche gli accordi individuali da stipulare, o a seguito di una vertenza, o per il riconoscimento di particolari meriti, sono uno strumento che sempre più̀ spesso evita i contenziosi. 

  • Redazione di regolamenti aziendali 

Ogni azienda è tenuta ad avere un regolamento aziendale/codice di condotta. È frequente, tuttavia, che le organizzazioni si dotino di strumenti inadeguati rispetto alle effettive esigenze.
Un buon regolamento parte dal confronto con il mansionario e quindi dalle attività realmente svolte dai dipendenti.

Per ogni comportamento è prevista una sanzione in caso di inadempimento. 

  • Licenziamenti 

Il procedimento disciplinare può sfociare in un licenziamento.
È importante, per evitare impugnazioni che risultino onerose per l’azienda, strutturare una strategia operativa; allo stesso modo anche in caso di riduzione del personale per riorganizzazione è fondamentale procedere secondo un iter prestabilito. 

  • Risarcimenti danno 

Accade che i dipendenti formulino pretese risarcitorie rispetto ad alcuni avvenimenti occorsi durante la vita lavorativa; per tale motivo conoscere tutti i profili di rischio è determinante per valutare se le richieste siano o meno prive di fondamento.
In parallelo l’azienda troppo spesso rinuncia alle proprie pretese risarcitorie credendo di non poter vedere un ristoro; è importante quindi che il cliente possa conoscere tutti gli strumenti che gli consentano la soddisfazione dei propri diritti. 

  • Mobbing

Sempre più spesso si riscontrano nelle aziende casi di mobbing, conoscere i profili di questo fenomeno e le strategie per evitarlo rende l’attività maggiormente sicura e al riparo da rischi di richieste di risarcimento. 

  • Trasferte/straordinari 

L’indennità di trasferta e il riconoscimento degli straordinari sono gli argomenti che maggiormente occupano i Tribunali.
Accanto al lato economico insito i questi strumenti, valutare le ripercussioni che un errato conteggio potrebbe comportare aiuta le aziende ad avere una panoramica più ampia. 

  • Controlli 

Il controllo del dipendente è vietato, tuttavia vi sono specifiche casistiche che consentono di tutelare il proprio patrimonio senza ledere tale diritto alla privacy. Il cliente viene accompagnato alla redazione di tutti i documenti necessari affinché ciò avvenga. 

Consulenza civilistica

Consulenza civilistica

Il rischio di non conformità a norme e regolamenti nazionali ed internazionali è una delle minacce che appesantiscono in modo crescente le aziende. Dal 2001 infatti è stata introdotta per la prima volta nel nostro ordinamento la responsabilità in sede penale degli enti, che si aggiunge a quella della persona fisica che ha realizzato materialmente il fatto illecito, che mette in serio pericolo il patrimonio dell’azienda che fino ad allora non veniva intaccato. 

Le fattispecie di reato rilevanti sono molteplici, tra cui:

  • delitti contro la pubblica amministrazione
  • reati informatici e trattamento illecito dei dati;
  • reati societari, quali false comunicazioni sociali, impedito controllo, illecita influenza sull’assemblea ecc.;
  • delitti contro la personalità individuale;
  • reati in materia di abusi di mercato (abuso di informazioni privilegiate e manipolazione del mercato);
  • reati in materia di ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita;
  • delitti di omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime, commessi con violazione delle norme antinfortunistiche e sulla tutela dell’igiene e della salute sul lavoro;
  • reati ambientali.
Consulenza civilistica

L’art. 6 del decreto legislativo 231/01 contempla tuttavia una forma di esonero di responsabilità qualora l’ente dimostri, in occasione di un procedimento penale per uno dei reati considerati, di aver adottato ed efficacemente attuato modelli di organizzazione, gestione e controllo idonei a prevenire la realizzazione dei reati considerati, provando quindi che la commissione del reato non deriva da una propria “colpa organizzativa”. 

Alla luce delle previsioni normative, dunque, è possibile individuare alcuni passi operativi che le imprese dovrebbero compiere per realizzare all’interno delle proprie realtà dei modelli di organizzazione e gestione coerenti con i requisiti specifici contenuti nel decreto legislativo 231/01.

Il team di esperti di A&P Consulting potrà redigere il modello di organizzazione più efficace per l’azienda e mettere a disposizione le figure professionali che compongono l’organismo di vigilanza.

In particolare i nostri clienti potranno usufruire di un supporto professionale per:

  • Gestione contenziosi

Il contenzioso rappresenta un momento critico e patologico dell’attività aziendale, in quanto crea per l’azienda un esborso e un dispendio di energia lavorativa che viene sottratta all’attività produttiva. I rischi del contenzioso sono: il danneggiamento dell'immagine dell'azienda, l'interruzione o l'ostacolo allo sviluppo di progetti, la fine di rapporti commerciali, il blocco della redditività di investimenti. Ne consegue che la gestione del contenzioso deve essere mirata a soluzioni rapide, contenute nei costi ed efficaci.

Il contenzioso è il risultato di un conflitto sorto nell’ambito dell’attività di impresa, che può interessare i rapporti con fornitori, con i clienti, con collaboratori o concorrenti e che i gestori non sono stati in grado di risolvere trattando direttamente con le loro controparti commerciali.
La soluzione deve essere cercata tramite l’operato di professionisti, solitamente avvocati.

Sarà possibile seguire l’azienda al fine di ricercare una soluzione bonaria della controversia, anche ricorrendo alla negoziazione assistita o alla mediazione.

Nel caso la conciliazione non andasse a buon fine, il servizio di consulenza legale potrà assistere l’azienda sia in una procedura arbitrale che in un giudizio ordinario avanti ad ogni Tribunale nazionale o alle giurisdizioni superiori.

  • Contrattualistica

I contratti sono la base giuridica dell’attività commerciale di ogni azienda. I contratti devono realmente tutelare gli interessi dell’impresa, ed evitare che si possano verificare problematiche legali, ostacolare o rendere impossibile il recupero crediti o generare rischiosi contenziosi.

Per predisporre in modo ottimale un contratto commerciale è necessario anzitutto comprendere le specifiche esigenze e le specificità del business di ogni impresa.

Solo così infatti, è possibile individuare le migliori soluzioni e regolamentarne in modo efficace i contenuti contrattuali, tutelando pienamente l’impresa.

Il servizio propone di assistenza nella definizione dei contratti commerciali tipici: revisione di contratti già stipulati, redazione e revisione di condizioni generali di acquisto o di vendita di beni e servizi.

  • Ricorsi contro sanzioni

Il servizio di consulenza si occuperà di verificare l’opportunità di proporre ricorso avverso le sanzioni amministrative irrogate, dalle più semplici violazioni del codice della strada sino ad accertamenti di enti terzi.

  • Tutela penale

Per completare il servizio di assistenza e consulenza legale non poteva mancare il settore penale che, attraverso legali esperti in materia, potrà valutare la migliore strategia difensiva.

A&P CONSULTING SRL

A&P Consulting è "operatore accreditato per la formazione"; il riconoscimento è stato ottenuto presso la regione Lombardia ai sensi della d.g.r. n.2412 del 26/10/2011 e decreti attuativi. Il n. di iscrizione all'Albo accreditati per la formazione è il 970.

A&P CONSULTING SRL

La nostra società ha ottenuto la certificazione ISO 9001:2015, per la progettazione ed erogazione di servizi di formazione continua. Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza in materia di organizzazione aziendale. Qui è possibile scaricare, in formato PDF, il certificato.

A&P CONSULTING SRL A&P CONSULTING SRL A&P CONSULTING SRL A&P CONSULTING SRL